La Salute è il dovere primario di ogni Paese civile e diritto inalienabile di ogni cittadino

Studio e considerazioni sui costi delle prestazioni nelle strutture sanitarie private

ANSI - Associazione Nazionale Sanità Integrativa > News > Studio e considerazioni sui costi delle prestazioni nelle strutture sanitarie private

Molte prestazioni sanitarie sono pagate dai cittadini sia nel pubblico (con ticket salati), sia nel privato.

Un nuovo modello di offerta sanitaria si è fatto strada nelle nostre città perché il rassicurante servizio sanitario nazionale, il cosiddetto sistema pubblico della salute, che finora ci ha distinto dalle costose (per i cittadini) logiche di cura diffuse in altri Paesi, sta radicalmente cambiando. La scelta del cittadino è spesso di tipo economico: l’attuale modello di sistema pubblico non è sempre conveniente rispetto a quello privato. Ed è proprio a questo tema che è dedicato uno dei primi Quaderni realizzati da Ansi nel 2013, basato sui dati di una ricerca di Altroconsumo.

La realtà ospedaliera negli ultimi anni ha subito profondi cambiamenti, nel bene e nel male. È bene quando ai cittadini-pazienti si offrono nuove strade per curarsi e, in questo senso, l’apertura ai liberi professionisti all’interno degli ospedali è una logica sostenibile; è un male, invece, se curarsi diventa sempre più caro, compreso il servizio pubblico (il ticket) e ai cittadini non viene lasciata alternativa se non quella di rinunciare alle cure.

Per approfondire leggi il Quaderno Ansi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *